Curiosità, consigli e approfondimenti da bere tutti d’un fiato.

INDIETRO
SPORT

Il sudore: tanto importante quanto poco conosciuto

Perché quando facciamo sport sudiamo? A che cosa serve il sudore? Qual è la sua composizione?

Che cos’è il sudore

Il sudore è una soluzione di acqua e sali minerali. Viene rilasciata sotto forma di piccole gocce sulla superficie della pelle, allo scopo di eliminare acqua dal corpo e abbassare la temperatura corporea quando è troppo elevata. Viene secreto da apposite strutture, le ghiandole sudoripare, che si trovano nel derma, la parte più profonda della pelle, e che hanno la forma di un gomitolo terminante con un tubicino da cui esce proprio il sudore. Le ghiandole sudoripare sono disseminate in varie parti del corpo, ma principalmente sulla fronte, nel cuoio capelluto, nelle ascelle, sui palmi delle mani e nelle piante dei piedi.

Nel sudore, oltre all’acqua sono presenti alcuni sali minerali, soprattutto cloro, sodio, potassio e magnesio. Sodio e cloro, che in soluzione formano il cloruro di sodio (il sale comune) sono i responsabili del sapore salato del sudore. Ma il sudore è anche piuttosto acido e ce ne accorgiamo quando, per esempio, qualche goccia di sudore ci finisce negli occhi e questi cominciano a bruciare.

La termoregolazione

Senza sudore noi non saremmo in grado di mantenere costante la temperatura corporea al variare della temperatura ambientale. Una delle caratteristiche dei mammiferi, e quindi anche dell’uomo, è proprio questa e prende il nome di termoregolazione. Nel derma si trovano moltissimi recettori che mandano segnali ai centri dell’ipotalamo e regolano la temperatura corporea. Quando per esempio facciamo sport e ci accaldiamo molto, o quando la temperatura esterna è molto elevata, i recettori del derma si attivano, inviano segnali all’ipotalamo, il quale a sua volta manda impulsi nervosi alle ghiandole sudoripare, facendo aumentare la secrezione di sudore. Contemporaneamente invia anche segnali ai vasi sanguigni, inducendoli a dilatarsi e facendo aumentare il flusso sanguigno in superficie, disperdendo così calore nell’ambiente. Nel momento in cui il sudore comincia a imperlare la pelle, questa si raffredda così come il sangue sottostante che la irrora. Il sangue poi torna in circolazione e raffredda tutto il corpo.

I liquidi persi vanno prontamente reintegrati

Sudare perciò è essenziale al mantenimento della temperatura corporea. Al tempo stesso però comporta la perdita di grosse quantità di liquidi. Si stima che la maggior parte di noi possa produrre circa un litro e mezzo di sudore ogni ora. Ma in situazioni di particolare caldo, se per esempio la temperatura esterna è davvero molto elevata, la quantità di sudore prodotta dall’organismo umano può quadruplicare arrivando fino a quattro o addirittura sei litri all’ora. Si tratta di una quantità impressionante di liquidi persi.

Se da una parte la perdita di acqua ci rinfresca, dall’altra però limita la capacità del sangue di trasportare il glucosio e l’ossigeno verso i muscoli sotto sforzo (in caso di intensa attività fisica) e di eliminare i prodotti di rifiuto del metabolismo, come l’anidride carbonica e l’acido lattico. Per questo motivo, durante e dopo l’attività fisica, è necessario bere grandi quantità (ma a piccoli sorsi) di acqua minerale per reintegrare i liquidi. Particolarmente indicata sarà un’acqua minerale bicarbonato-calcica, carica al punto giusto di bicarbonato, sodio e calcio per migliorare la prestazione sia in allenamento che in gara. Inoltre questi elementi contrastano un po' l’acido lattico che si produce nello sforzo e favoriscono l’assorbimento dell’acqua e l’idratazione dei tessuti.

Il sudore: tanto importante quanto poco conosciuto
Il sudore: tanto importante quanto poco conosciuto

Articoli Correlati

Disclaimer

CoGeDi International SpA intende offrire, tramite il magazine online "Alla Salute", informazioni a titolo indicativo e di carattere generale in relazione alla propria attività e, sebbene queste ultime vengano costantemente verificate ed aggiornate da personale competente ed appositamente selezionato, può avvenire che alcuni contenuti testuali presenti all’interno del magazine on line, soprattutto in funzione della grande varietà degli stessi, non siano da considerarsi esaustivi relativamente al tema trattato. Pertanto, in occasione della navigazione sul Sito web, l’utente deve svolgere una autonoma ed ulteriore verifica circa la completezza delle informazioni ivi riportate, poiché Cogedi non garantisce che tutte le informazioni presenti siano complete e veritiere e non può quindi assumere alcuna responsabilità in merito.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER