Skip to content

Curiosità, consigli e approfondimenti da bere tutti d’un fiato

Difendersi dall’osteoporosi si può, con più calcio e sane abitudini

Difendersi dall’osteoporosi si può, con più calcio e sane abitudini

SALUTE E BENESSERE

L’osteoporosi è il processo di deterioramento dell’apparato scheletrico, caratterizzato da bassa densità minerale e danneggiamento della micro-architettura del tessuto osseo. È particolarmente sentito dalle donne tra i 45/50 anni con l’approssimarsi della menopausa. Negli uomini il problema tende a manifestarsi più avanti nell’età, ma, per quanto prima sottovalutato, l’osteoporosi maschile è un fenomeno in crescita.

È possibile ritardare il sopraggiungere dell’osteoporosi e una volta sopraggiunto, impedirne l’avanzata. Vediamo come.

Un fondamentale aiuto per contrastare l’osteoporosi risiede nello stile di vita e in 4 buone abitudini da adottare per rinforzare lo scheletro:

  • svolgere attività fisica,
  • seguire una corretta alimentazione,
  • esporsi al sole (con la dovuta prudenza per non stressare la pelle)
  • scegliere un’acqua minerale ricca di un buon livello di calcio

Il calcio è il minerale che aiuta a costruire le ossa ed è il micronutriente più importante nella prevenzione e nel trattamento dell’osteoporosi. Per questo si raccomanda di seguire una dieta equilibrata, soprattutto nelle prime fasi della vita e nella crescita, quando si mettono le basi per il futuro della salute delle ossa. 

Uliveto, con i suoi circa 200 milligrammi per litro altamente assimilabili, aiuta a contribuire al raggiungimento della quota giornaliera di calcio raccomandata per fornire protezione alle ossa in ogni età.

Proprio per questo dunque Uliveto si colloca naturalmente al fianco della FIRMO (Fondazione Italiana Ricerca sulle Malattie dell’Osso) e di tutti i consumatori attenti alla salute delle ossa.

Allo scopo di sensibilizzare l’opinione pubblica, le istituzioni ed il mondo scientifico sul tema dell’osteoporosi, è di particolare importanza il ruolo svolto dalla Giornata Mondiale dell’Osteoporosi (indetta dall’International Osteoporosis Foundation), che si è celebrato anche quest’anno il 20 ottobre in tutto il mondo, seppure in modalità inedite per via delle restrizioni vigenti.

L’osteoporosi è un’insidia silenziosa, di cui la gran parte della popolazione non è consapevole, basti pensare che solo una donna su due affetta da osteoporosi sa di esserlo. Stessa mancanza di consapevolezza riguarda un uomo su cinque.

Difendersi dall’osteoporosi si può: partendo da una corretta alimentazione e bevendo acque calciche come Uliveto, il cui contenuto di calcio si assorbe come quello del latte (Bacciottini L. e coll. Journal of Clinical Gastroenterology 2004) e che, in quanto acqua minerale, è priva di calorie.